header

Immagini

Geraci Siculo PDF Stampa E-mail

Geraci Siculo

6958999

Il nome dell’abitato è di origine greca – da Jerax, avvoltoio – e allude alla sua antica origine come luogo fortificato e impervia rocca. Qui infatti si stabilirono i greci nel 550 a.C. circa. Nel IX sec. la conquista musulmana non cancella la tradizione bizantina. Con l’arrivo dei Normanni, nel 1072, Geraci diventa capitale dell’omonima contea. Nel 1252, per discendenza femminile la contea perviene ai Ventimiglia, cui da questo momento Geraci lega il suo destino. Visitando i monumenti di Geraci si coglie la storia di un potentato politico ed economico che ha segnato nei secoli la storia delle Madonie.

Da visitare: Bevaio della SS. Trinità, Castello dei Ventimiglia, Chiesa del Collegio di Maria, Chiesa Madre, Chiesa di S. Stefano, Chiesa di S. Bartolomeo.

Comuni contigui: Castel di Lucio (ME), Castelbuono, Gangi, Nicosia (EN), Petralia Soprana, Petralia Sottana, San Mauro Castelverde

Altitudine s.l.m.: 1.072 m

Superficie: 112 km2

Abitanti: 1.956 (geragesi)

CAP: 90010

Prefisso telefonico: 0921

 

Richiedi Disponibilità

...